Christmas wonderland: Riquewihr

By Daniela

La nostra Alessandra (su segnalazione di una sua collega) ci ha suggerito di andare a visitare il mercatino di Natale di Riquewihr, che a quanto pare è uno dei più belli d’Europa.

E così ho caricato marito, figli e amici sulla mia macchina e ci siamo avviati alla volta dell’Alsazia.

Probabilmente anche tutto il resto d’Europa nel frattempo era venuto a conoscenza del fatto che a Riquewihr si trova il mercatino di Natale più bello del continente, perché non si trovava una stanza in albergo o in B&B neanche a pagarla a peso d’oro. Poiché io mi sono attivata per la prenotazione soltanto due settimane prima, osti e albergatori si sbellicavano dalle risate alla mia richiesta. Qualcuno di loro mi ha detto che per trovare una sistemazione a Riquewihr, la gente comincia a prenotare già dal mese di agosto. Alla fine abbiamo rinunciato a dormire in Alsazia e abbiamo cambiato stato, prenotando a Endingen in Germania (che comunque si trova solo a 40 km da Riquewihr).

Ed effettivamente vale la pena darsi tanto da fare per visitarlo, perché il mercatino di Riquewihr, che prende praticamente tutto il paesino, è veramente fantastico. Sembra di trovarsi dentro una cartolina natalizia. Le tipiche casette a graticcio (cioè con le travi di legno portanti a vista riempite di porzioni di muro) sono tutte dipinte di colori pastello e quest’anno gli addobbi consistevano in semplici stelle azzurre di un materiale simile al cartone che conferivano al luogo una bellezza di una sobrietà commovente. Rispetto ad altri mercatini natalizi predomina la componente gastronomica. Del resto l’Alsazia è famosa per i suoi vini, il foie gras, il panpepato, i biscottini speziati e il Kougelhopf. E noi al mercatino abbiamo assaggiato TUTTO. Poi ci sono bellissime decorazioni natalizie in legno e stampi colorati in ceramica di tutte le misure per il dolce locale per eccellenza, il Kougelhopf, un ciambellone la cui preparazione ricorda un po’ il panettone.

Non contenti di tutto quel che avevamo gustato al mercatino, la sera abbiamo anche mangiato la choucroute, una specialità alsaziana a base di crauti e salumi cotti e la tarte flambée, una pizza molto sottile, condita con formaggio cremoso, bacon e cipolla, che viene servita su taglieri di legno.

Consigli pratici

–  Se volete andare in Alsazia per i mercatini di Natale non fate come me e prenotate verso il mese di settembre, specialmente se volete andare a dormire nelle belle ed economiche chambres d’hôtes, che sono l’equivalente francese dei B&B.  Se però ci pensate in ritardo, ricordatevi che è più facile, e costa anche di meno, prenotare in Germania.

–   Cogliete l’occasione per rifornire la vostra cantina di vini alsaziani. La strada che va da Marlenheim, qualche chilometro a nord di Strasburgo fino a Thann, a sud di Colmar è chiamata la Route du vin ed è costellata di cantine, dove si possono degustare i vini locali. Non perdetevi il Gewurztraminer, ottimo con dolci e foie gras.

–  Riquewihr, Kaysersberg, Haut-Koenigsbourg, sono tutti posti splendidi a poca distanza l’uno dall’altro.

–  Durante il periodo che va da metà novembre a metà dicembre l’Alsazia è un fiorire di mercatini natalizi. Ricordatevi però che alcuni sono aperti durante tutta la settimana e altri solo nei weekend. Consultate il web per informazioni più accurate.

–  A Riquewihr si trova il museo dedicato ad Hansi, il più celebre illustratore alsaziano, vissuto nei primi del Novecento, famoso per i suoi aquarelli pieni di festanti bambini in variopinti costumi tipici, cicogne e Kougelhopf.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Alessandra says:

    Visto che ho suggerito…ho deciso di andare a visitare Riquewihr sulla strada del ritorno dall’Italia, dopo Natale. Purtroppo il mercatino era già finito, ma ne é comunque valsa la pena, Riquewihr è veramente un paesino carinissimo. Grazie Armelle (la mia collega) per la segnalazione!!!

Speak Your Mind

*