Risolatte alle mandorle

By Daniela

Qualche giorno fa, con i bambini del mio corso di italiano, facevamo l’elenco delle parole associate al Natale. Tutti quanti avevano messo in cima alla  loro lista parole come Babbo Natale, renne, regali, panettone, ecc… Tutti, tranne i miei piccoli allievi danesi, in cima alla cui lista spiccava la parola  risolatte, con grande perplessità di tutti gli altri.

E così come Proust con la sua madeleine, anch’io mi sono ricordata dell’atmosfera e delle sensazioni di un Natale di parecchi anni fa (sigh), quando facevo la ragazza alla pari in Germania, in una regione ai confini con la Danimarca.

Quella sera Renate aveva concluso la cena di Natale con una bellissima coppa di cristallo piena di risolatte: “Bisogna mangiarlo tutto, fino all’ultima cucchiaiata”, aveva annunciato sorridendo.

Io, che non conoscevo la tradizione, non avevo capito la necessità assoluta di finire il dessert, neanche si fosse trattato di un piattone di verdura, ma le mie piccole amiche tedesche si erano affannate a riempire le loro coppette fino all’orlo. Sapevano infatti che, nascosta nella coppa, c’era  una mandorla intera senza buccia, per potersi mimetizzarsi meglio con il candido dessert: chi la trovava avrebbe avuto diritto a un regalo e sarebbe stato fortunato per il nuovo anno.

Per preparare questo dessert si cuoce il riso nel latte e una volta freddo si aggiunge la panna montata e le mandorle in polvere.  Si tratta di una preparazione deliziosa dal delicato profumo di mandorle e vaniglia e vi assicuro che non ci sarà bisogno di pregare nessuno per terminarla tutta!

Ricetta del risolatte  alla mandorla

ingredienti per 4 persone: 60 gr di riso, mezzo litro di latte, 100 gr di mandorle senza buccia, 2 o 3 cucchiai di zucchero, ¼  di litro di panna  da montare, 1 baccello di vaniglia.

Fate cuocere il riso nel latte per circa 1 ora. Tritate le mandole nel frullatore, ricordandovi di tenerne una intera da parte per la sorpresa. Montate la panna con lo zucchero. Incidete il baccello di vaniglia e prelevate i semini neri che si trovano all’interno.  La scorza la potrete utilizzare in seguito per profumare il vasetto dello zucchero. Tritate le mandorle nel frullatore.  Aggiungetele le mandorle in polvere, i semini della vaniglia e la panna montata al riso freddo, mescolate, versate in una bella coppa e poi (senza farvi vedere dai bambini) nascondetevi la mandorla intera.

Chi la troverà avrà diritto a un piccolo premio, ad esempio un maialino portafortuna di marzapane, come si fa in Germania. Attenzione ai piccoli “truffatori”. Sono stati segnalati episodi di bambini che hanno cominciato a mangiare il dessert con una mandorla intera nascosta in bocca per poi tirarla fuori e reclamare il premio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Speak Your Mind

*