Il dolce dei re magi (e per noi anche della befana)

By Daniela

Al di fuori dell’Italia, si sa, non si festeggia la nostra cara befana.

Nei territori di lingua francese il 6 gennaio si celebra la venuta dei re magi e in loro onore si mangia un dolce, la galette des rois, a base di pasta sfoglia con un ripieno di crema alle mandorle  (frangipane).  Nascosta  nella torta c’è  la “fève”, letteralmente fava, ma in realtà un piccolo oggettino di ceramica. Chi lo trova ha il diritto di portare la corona dei re magi (fornita dalle pasticcerie insieme alla torta) e inoltre sarà fortunato per tutto l’anno.

A noi in famiglia il ripieno al frangipane non ci fa impazzire e così ne prepariamo sempre una alle mele.

Quest’anno però, andando in giro per il web, sul sito http://giardinociliegi.blogspot.com/ ho trovato una stuzzicante ricetta per uno strudel alle mele e crema di cannella e ne ho tratto ispirazione per fare una galette des rois arricchita. All’interno ho nascosto una vera fava secca (come si faceva una volta). Inoltre, siccome noi italiani invece la befana la festeggiamo eccome, Valerio ha disegnato una superbefana con tanto di porro sul naso e gonna rattoppata.

Lo indovinerete già: ancora una volta si tratta di una ricetta super facile.

Le 2 confezioni di pasta sfoglia e le dosi per il ripieno sono bastate per una grande galette des rois e poi Carlottina con gli avanzi di pasta ne ha preparate 2 piccoline tutte da sola. Io le ho solo messo davanti il suo mattarellino, le ciotoline con gli ingredienti e il pennello già pronto per spennellare l’uovo, che lei tiene tantissimo ad aprire da sola.

A proposito, visto che si festeggiano nello stesso giorno,  la befana conosce i re magi o no?

Se volete scoprirlo andate a leggere “La vera storia della befana”.

Ingredienti per 1 grande dolce dei re magi e 2 piccolini.

2 rotoli di pasta sfoglia già pronta, 3 mele, 2 cucchiai di zucchero di canna, 1 cucchiaino di fecola di patate, ½ bicchiere d’acqua;

per la crema pasticciera: 3 tuorli, 100 gr. di zucchero, 50 gr. di fecola di patate, ½ litro di latte intero, 1 cucchiaino di cannella

per dorare 1 tuorlo e qualche cucchiaino d’acqua

e naturalmente 3 fave secche

Preparate il ripieno.

Lavate le mele, sbucciatele ed eliminate il torsolo con l’apposito attrezzo. Tagliatele a cubetti e mettetele a cuocere con lo zucchero e l’acqua. Non appena sono cotte  sgocciolatele e addensate il succo con l’amido.

Preparate la crema pasticciera: montate a crema i tuorli con lo zucchero, aggiungete la fecola e il latte molto caldo. Fate addensare la crema sul fuoco mescolando in continuazione. Quando è pronta profumate con la cannella.

Stendete ora i 2 rotoli di pasta sfoglia e ricavatene 2 cerchi, il primo di 2 centimetri più piccolo dell’altro.

Stendete il ripieno di mele sul cerchio più piccolo, avendo cura di lasciare libero un margine di circa 2 centimetri tutt’intorno e poi aggiungete la crema alla cannella e nascondete bene la fava portafortuna. Spennellate il bordo con un po’ d’acqua.

Coprite adesso con il cerchio più grande e sigillate bene i bordi. Come mi ricorda sempre la mia bambina a questo punto ci vorrebbero gli uccellini di Biancaneve, ma in mancanza potrete sempre usare una forchetta.

Con la punta di un coltellino fate dei disegnini a forma di stella.

Infornate a 180° per 20 munti, poi spennellate il dolce con i tuorli d’uovo diluiti con un po’ d’acqua e fate dorare per 10 minuti.

Con i resti di pasta sfoglia i vostri piccoli aiutanti potranno fare 2 dolcetti utilizzando lo stesso procedimento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. i miei nipotini si sono deliziati. Aspetto cose strepitose per il carnevale!

  2. Daniela says:

    Grazie Kate e continua a seguirci!

Speak Your Mind

*