Come preparare il pasto senza glutine per i vostri bambini: cosa fare e cosa non fare

Dott.ssa Gabriella Siniscalchi

Cosa c’è di più bello, gratificante e genuino del preparare ricette sfiziose per tutta la famiglia? Cucinare senza glutine può diventare molto facile seguendo semplici regole e mettendo in pratica alcuni suggerimenti.

Cosa dovete fare:

  1. Date priorità alla preparazione del pasto senza glutine, utilizzando utensili e stoviglie a parte.
  2. Lavate accuratamente mani, superfici, stoviglie e utensili per eliminare le tracce di farine con glutine rimaste dopo la preparazione di pietanze per gli altri componenti della famiglia.
  3. Gli utensili in legno o plastica trattengono residui di glutine anche dopo il lavaggio. Pertanto  è bene che ve ne siano alcuni, utilizzati esclusivamente per la preparazione dei pasti per i celiaci.
  4. Utilizzate fogli di alluminio o carta da forno su superfici che possono essere contaminate.
  5. Cucinate la pasta, il riso e la polenta di mais con acqua non utilizzata per le altre cotture.
  6. In caso di celiachia, tostapane e cestino per il pane senza glutine devono essere considerati oggetti strettamente personali! Inoltre è bene che le seguenti attrezzature – scolapasta, grattugia, tritatutto – che per la loro struttura risultano difficili da pulire, siano ad uso esclusivo per le preparazioni senza glutine
  7. Per friggere utilizzate una padella grande e profonda, anziché la friggitrice, e possibilmente facilmente distinguibile dalle altre, cosicché non possa essere utilizzata per la frittura del cibo comune.
  8. Attenzione al forno ventilato! Utilizzate casseruole sigillate per i prodotti senza glutine per evitare che farine disperse nel forno vadano a depositarsi sul pasto senza glutine.
  9. Conservate sale, formaggio grattugiato, spezie e zucchero in contenitori riservati al “senza glutine” o in dosatori chiusi, così da non potere essere contaminati.
  10. 10.  E ricordate: tovaglia e tavolo devono sempre essere perfettamente puliti.

Cosa non dovete fare:

  1. Infarinare i cibi, se non con farine permesse.
  2. Addensare o amalgamare salse o sughi con farine o amidi derivati dai cereali vietati.
  3. Maneggiare il cibo con mani infarinate o con utensili non lavati.
  4. Preparare il cibo senza glutine negli ambienti a maggior rischio di contaminazione.
  5. Riutilizzare l’olio in cui sono stati fritti cibi infarinati o impanati.
  6. Preparare il caffè usando la macchina con cui viene preparato il caffè d’orzo.
  7. Utilizzare prodotti di cui non si conosce la composizione.
  8. Appoggiare, anche temporaneamente, il cibo direttamente su superfici contaminate.
  9. Prelevate con le mani sale, zucchero o spezie dai barattoli, perché potrebbero contenere tracce di glutine introdotte con precedenti prelievi.
  10. Tagliare il pane senza glutine sullo stesso tagliere utilizzato per il pane tradizionale.
  11. Utilizzare la lavastoviglie, perché si potrebbe determinare un lavaggio promiscuo.

E come organizzare la cucina? Createvi un angolo tutto per voi: dispense in cui riporre i vostri prodotti senza glutine e gli attrezzi da cucina personali.

A questo punto cosa posso dirvi se non: tutti in cucina e buon divertimento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Speak Your Mind

*