La salsa messicana Guacamole per bambini

By Carlotta

Continuiamo il nostro viaggio culinario intorno al mondo. La nostra meta di oggi è il Messico.

Perché ho scelto questa ricetta? Facile…! Ho pensato a qualcosa di tanto verde, molto vitaminico, vagamente esotico, adatta a bimbi vegetariani e per quelli celiaci. E’ una  preparazione  facilissima che si può gustare con la carne e anche con il pesce. Ottima anche come merenda con del pane pita tostato, o con le tradizionali chips di mais. E perché non proporla come  aperitivo per adolescenti per i loro Pigiama  party? Insomma, che si vuole di più da pochi ingredienti messi insieme? Eccovi la ricetta.

Ingredienti: 2 avocado  maturi, 2 lime, 1 cipolla piccola, 1 spicchietto d’aglio, 1 pomodorino, 1 pizzico di sale, qualche ciuffetto di coriandolo.

Preparazione: passate al mixer l’aglio e la cipolla. Prendete il pomodoro e fatelo a dadini. Private gli avocado del nocciolo e della scorza, passate la polpa nel mixer, (sempre con l’aiuto di un adulto), ottenendo un cremoso e omogeneo puré. Incorporate all’avocado il trito di odori, il pomodoro, il succo dei lime. Unitevi il coriandolo, aggiungete il sale e amalgamate per bene con un cucchiaio di legno.

Se i vostri bambini  non gradiscono il sapore della cipolla e dell’aglio crudi, potrete sostituirli con dell’erba cipollina.

Inoltre per rendere la preparazione più divertente e più a misura di bambini potrete pestare gli avocado nel mortaio con un pestello; il guacamole  risulterà meno cremoso, ma sempre buonissimo.

Storia e curiosità della salsa Guacamole

Il guacamole è un antichissimo condimento a base di avocado che risale addirittura al tempo degli Atzechi.
Il nome di questa celebre salsa deriva da AhuacamOlli, dove ahuacatl è il nome azteco dell’avocado, e molli significa salsa. Quindi salsa di avocado, facile no?

La cucina messicana ha origini molto antiche, quando i conquistadores spagnoli arrivarono presso  Tenochtitlan, oggi Città del Messico, e scoprirono l’arte culinaria  degli indigeni a base di mais e peperoncini, insieme a fagioli e zucca. Poi gli spagnoli aggiunsero alla dieta dei messicani autoctoni anche riso, manzo, maiale, pollo, cipolle… Più avanti, vennero utilizzati moltissimi ingredienti americani come i pomodori, l’avocado, la papaia, l’ananas, il tacchino e le arachidi. La cucina messicana di oggi deriva da questo mix di tradizioni culinarie maya, atzeche, spagnole e americane.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Stefania says:

    Da tempo cercavo questa ricetta in ricordo del mio viaggio di nozze!!! Grazie la userò presto

Speak Your Mind

*