Intervista al Coniglio pasquale (Easter Bunny)

By Daniela

L’abbiamo conosciuto dopo esserci trasferite in Nord Europa, perché il Coniglio pasquale da noi in Italia non arriva.

Chiaramente, dopo esserci iscritte all’AIRE (anagrafe degli italiani all’estero), la seconda cosa che abbiamo fatto è stata quella di segnarci nella lista delle famiglie visitate dal Coniglio pasquale (o forse è stata la terza cosa dopo esserci iscritte in quella di San Nicolà?…).

Da anni il Coniglio pasquale porta le uova di cioccolato ai nostri bambini, ormai espertissimi cacciatori di uova di Pasqua. E se il Coniglio è rapido a nasconderle, dovreste vedere quanto sono veloci i bambini a scovarle.

Era un sacco di tempo che volevamo conoscerlo personalmente e finalmente oggi, noi di Little Kitchen World, siamo riuscite a fargli un’intervista. Non è stato facile perché di questi tempi potete immaginare come va di fretta, peggio del suo collega Bianconiglio, quello con l’orologio sempre in mano.

Visto da vicino, il Coniglio pasquale è più alto e imponente di come lo immaginavamo. Siamo un po’ emozionate, ma lui ci mette subito a nostro agio.

LKW: Signor Coniglio, come mai ha deciso di portare le uova di cioccolato ai bambini?

C: Pasqua è in primavera, stagione in cui nascono tanti cuccioli: coniglietti, leprotti, agnellini, pulcini, ecc. Le uova, simbolo della rinascita, fanno pensare a tutto ciò, per questo mi piace portarle ai bambini.

LKW: Sì, ma perché di cioccolato?

C: Tanto tanto tempo fa, quando voi due non eravate ancora nate (il signor Coniglio ridacchia sotto i baffi ndr) anzi, non erano nate nemmeno le vostre mamme e le vostre nonne, io portavo le uova di gallina e di papera. Ma ormai da un bel po’ i bambini preferiscono quelle di cioccolato, almeno per Pasqua.

LKW: Signor Coniglio, perché lei in Italia non arriva?

C: Fa troppo caldo per le mie uova. Vedete, io a volte le lascio nel prato già la sera precedente il giorno di Pasqua, mentre i bambini dormono. A volte passa un po’ di tempo prima che i bambini riescano a trovarle tutte, ma proprio tutte e in un paese caldo si scioglierebbero.

LKW: Adesso passiamo a qualche domanda preparata dai bambini. (Carlotta mi passa velocemente la lista delle domande). Dunque, c’è un bambino che vorrebbe sapere se lei ha una famiglia.

C: Eh, eh… sì che ce l’ho una famiglia. Non di conigli però, perché io sono un coniglio particolare, magico… La mia famiglia è composta da tutti quelli che vogliono bene e portano i doni ai bambini buoni: San Nicolà, Babbo Natale, Santa Lucia, la Befana… a proposito, che simpatica quella vecchietta…

LKW: Quanti anni ha signor Coniglio?

C: Gulp! Ma chi lo vuole sapere? Ehm, (arrossisce) preferisco non rispondere… comunque tanti, almeno quanti quelli della Befana.

LKW: Come fa a nascondere le uova così velocemente?

C: Come vi spiegavo prima, io sono un po’ magico e la mia dimensione del tempo non è quella dei normali essere umani. Io nel vostro stesso tempo riesco a fare moltissime cose. Vivo in una dimensione temporale dilatata. Spero non sia troppo difficile da capire per i bambini…

LKW: Dove si procura le uova? Le fa lei?

C: No, no, le compro. Sono aiutato da molti benefattori, che però preferiscono rimanere anonimi.

LKW: Può spiegare ai genitori che ancora non la conoscono come contattarla per organizzare una caccia alle uova? Consigli? Suggerimenti?

C: Certamente. Innanzitutto bisogna scegliere un giardino e sperare in una bella giornata di sole. Io, se i bambini sono stati buoni, porto un bel po’ di uova, però tutte piccole e soprattutto, ben confezionate, perché dovranno stare sul prato. Ogni bambino dovrebbe avere un cestinetto o un sacchetto di carta per raccogliere le uova. I partecipanti dovrebbero cominciare la caccia tutti insieme al via dei genitori, non mi piace vedere bambini che partono prima degli altri. Soprattutto non deve essere una gara a chi trova più uova, ma ecco, vorrei che i più grandi aiutassero i più piccini…  (sorride intenerito)

LKW: Grazie mille signor Coniglio, come possiamo ringraziarla?

C: Eh, eh per me basta poco. Qualche carotina novella e sono felice….

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Solo voi potevate riuscirci in questa impresa! brave e…..anche da noi è passato,credo sia stato qualche giorno prima di voi e ne abbiamo le prove:-) ps:nell’ultima foto che avete fatto ci sono i fiori quelli che noi abbiamo usato epr coloreare le uova!!! un abbraccio

  2. che splendido Blog!!!!! e che bella intervista al coniglietto! ora vi metto tra i miei preferiti a presto :-) Ely

Speak Your Mind

*