10 cose da fare e vedere a New York in famiglia

By Daniela

Forse non è la prima destinazione che vi salta in mente per un viaggio in famiglia, ma se i vostri figli appena appena sono teenager, pre-teenager, adolescenti o preadolescenti o anche cinquenni freschi di compleanno, saranno sicuramente entusiasti di questa vacanza.

New York è una città dove tutti si sentono a casa e dove ognuno ha la sensazione di essere già stato, per via delle migliaia di film che abbiamo avuto occasione di vedere, buonissima parte dei quali sono ambientati nella grande mela.

Quella che segue è la nostra personalissima selezione di posti da vedere e cose da fare a new York.

1) Fate una crocierina (gratis!) con lo Staten Island ferry.

Per i newyorkesi è una vera e propria istituzione. Il servizio di traghetto da Manhattan a Staten Island esisteva già nel 1817, solo che era a vapore e il biglietto costava  25 centesimi.

La traversata dura 25 minuti  all’andata e altrettanti al ritorno, con una vista spettacolare sulla Statua della libertà, Ellis Island e Manhattan.

Un’alternativa (però a pagamento) è la crociera della Circle Line.

2) Guardate la Statua della libertà con gli occhi degli emigranti e sbarcate su  Ellis Island.

Potete acquistare i biglietti per la crocierina online, tenendo conto che ci sono differenti opzioni:  biglietto del traghetto semplice, traghetto più visita del piedistallo della statua e traghetto più piedistallo e corona. Altrimenti comprate i biglietti a  Castel Clinton, a Battery park. La fila è sempre lunghissima e i controlli rigidi e severi, tanto che qualche lingua maligna ha commentato che è per fare immedesimare i turisti in quello che provavano gli immigrati in arrivo a Ellis Island. Portate con voi acqua a sufficienza e spuntini, ma attenzione perché, per motivi di sicurezza, le borse molto grandi  non sono ammesse sul traghetto. Il museo di Ellis Island dà un’idea di quello che attendeva gli emigranti quando sbarcavano nella terra dei loro sogni. Particolarmente commovente se un vostro antenato è emigrato negli States verso i primi del Novecento;  in questo caso, potrete cercare maggiori informazioni –  giorno di arrivo, nome della nave ecc… – sui computer a disposizione al piano terra.

Se c’è una bella giornata potrete approfittarne per un picnic, altrimenti c’è un buon self service all’interno del museo.

3) Cercate un’abitazione per la famiglia al Tenement museum.

E cosa facevano gli immigrati una volta ammessi in America? Cercavano un alloggio naturalmente. Se volete continuare questo viaggio a ritroso nel tempo, andate a visitare il Tenement museum: un caseggiato diviso in minuscoli appartamenti arredati con mobili e suppellettili dei primi del Novecento.

Si può entrare solo con le visite guidate (con attori in costume), quindi occorre prenotare prima online. La visita più adatta alle famiglie è quella della Confino Family. Sarete accolti in una saletta dove vi parleranno brevemente dell’immigrazione a New York a fine Ottocento e poi vi chiederanno di impersonare con il vostro gruppo una grande famiglia appena giunta in città in cerca di abitazione. Arrivati su un pianerottolo scarsamente illuminato, busserete a un misero appartamento e vi verrà ad aprire una ragazza poco più che adolescente (l’attrice che interpreta Victoria Confino), che vi parlerà diffusamente della sua vita a New York.  Bambini e adulti potranno farle tutte le domande che vorranno, toccare tutti gli oggetti della casa e persino indossare i vestiti dell’epoca. Dopo avere visto in che condizioni viveva una famiglia di otto persone stipata in un minuscolo appartamento, i vostri figli non avranno più il coraggio di lamentarsi perché la loro stanza è troppo piccola o perché devono dividerla con il fratello!

4) Imparate tutto sui dinosauri e i mammiferi estinti al Museum of Natural History (Museo di storia naturale)

Al Museum of Natural History potrete scoprire tutto sui dinosauri e sui parenti estinti dei mammiferi e ammirare uova fossilizzate e paurosi denti acuminati.

Nella Discovery room i bambini, accompagnati dagli adulti,  potranno fare tantissime attività scientifiche.  E se i vostri figli hanno visto Una notte al museo, ambientato proprio qui e si sono talmente entusiasmati da voler ripetere l’esperienza? Potete fare anche questo: i bambini dagli 8 ai 12 anni, accompagnati da un adulto e muniti di sacco a pelo, potranno passare la notte al museo, insieme a una moltitudine di ragazzini, perché il Natural History può accogliere fino a 465 persone in una notte! Cliccate qui per informazioni e prenotazioni.

5) Salite sul grattacielo di King Kong, l’Empire State building

Preparatevi a una coda chilometrica, ma una volta giunti al secondo piano l’ascensore che prenderete vi farà recuperare tutti il tempo perduto: 80 piani in meno di un minuto. Il panorama dall’ottantaseiesimo piano è mozzafiato a tutte le ore del giorno ( l’Empire è aperto dalle 8 a mezzanotte).

Un altro grattacielo da cui si gode una vista spettacolare della città è il Top of the Rock, al Rockfeller center, meno alto dell’Empire state building, ma con una terrazza più ampia e spaziosa e meglio protetta. L’ascensore che porta al sessantanovesimo piano piacerà tantissimo ai bambini (ma anche agli adulti) perché ha un tetto di vetro trasparente!

6) Meravigliatevi con i bambini e come i bambini guardando le insegne pubblicitarie illuminate a Times Square

E preparatevi allo shopping compulsivo. Non potrete non fermarvi da  Toys “R” us, così grande che al suo interno ospita una enorme ruota panoramica e sculture con i lego alte più di 3 metri, il mega negozio M&Ms, Planet Hollywood ecc…

7) Fate fare a vostra figlia la sua Barbie su misura da FAO Schwarz.

In questo meraviglioso negozio di giocattoli le bambine potranno realizzare una Barbie proprio come la vogliono loro, scegliendo colore di capelli e occhi, carnagione, vestito e accessori. La bambola verrà poi consegnata in una scatola tutta rosa con il nome della stilista che l’ha progettata: vostra figlia! Sempre nello stesso negozio, i più piccoli potranno farsi fabbricare un orsacchiotto su misura.

8) Attraversate il ponte di Brooklyn a piedi.

Forse tra le più belle passeggiate di New York. Partite da Manhattan nel tardo pomeriggio e poi fermatevi a prendere una pizza da Grimaldi, una delle più antiche pizzerie di Brooklyn, proprio sotto il ponte. Come dessert un gelato alla Brooklyn Ice cream factory e poi ritorno a Manhattan riattraversando il ponte per godervi un tramonto favoloso.

9) Guardate le stelle al Grand Central Terminal (stazione centrale)

Ma attenzione vedrete le costellazioni dall’alto verso il basso e non viceversa, perché il pittore  si è ispirato a un antico manoscritto medievale che raffigurava una prospettiva celeste e non terrestre. Il Main Concourse (hall principale), che riconoscerete immediatamente per averlo visto in moltissimi film, è enorme ma costruito in modo tale da non sembrare mai troppo affollato. Non dimenticate la Whispering gallery attorno all’Oyster bar. Se sussurrate qualcosa a qualcuno all’estremità opposta della galleria, questi sentirà perfettamente ciò che dite.

10)  Andate all’aeroporto in limousine come i VIP.

E infine concludete la vostra permanenza nella Big Apple alla grande. Noleggiate una limousine con autista e fatevi portare all’aeroporto, godendovi l’ultimo spettacolo di New York comodamente sdraiati all’interno di questa macchina simbolo. Rispetto a un normale taxi la differenza di prezzo non è enorme e volete mettere? I vostri figli ne parleranno per mesi e mesi!   http://www.legendslimousine.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

  1. Cristina dice:

    Che bello!!! Voglio andarci anch’io!

  2. Roberta dice:

    Ottimi consigli…anche per chi è già stata nella grande mela..non sapevo la storia delle stelle disegnate dall’alto verso il basso nella Grand Central Station…e sicuramente la prox volta mangerò una pizza da Grimaldi a Brooklyn …grande Dany!!

  3. Aimee Balock dice:

Esprimi un tuo parere

*