E se il piccolo è in sovrappeso? 14 cose che potete fare per aiutarlo

Dott.ssa Gabriella Siniscalchi

Cosa fare quando il piccolo è in sovrappeso? Quali soluzioni adottare?

Poiché i bambini sono ancora in fase di accrescimento, una severa restrizione calorica e una perdita di peso importante possono essere dannosi.

Pertanto il mantenimento del peso, piuttosto che il calo ponderale, rappresenta un obiettivo iniziale ragionevole.

Il calo ponderale dovrebbe essere tentato solo quando si è compiuta la maturazione dello scheletro o se vi sono complicanze gravi dell’obesità.

L’approccio più efficace prevede un cambiamento dello stile di vita, inteso come un aumento dell’attività fisica e una modifica delle abitudini alimentari, che permanga nell’età adulta.

Sappiate che i cambiamenti comportamentali del bambino si possono ottenere solo se tutta la famiglia è coinvolta.

Questo significa che dovete ridurre le attività di tipo sedentario, aumentare l’attività motoria e migliorare l’alimentazione di tutti i componenti familiari… Cominciate dicendo stop a cibo pronto e fast food!

Siete voi mamme a decidere cosa mangiare, e le vostre scelte si riflettono sulla salute dell’intera famiglia, pertanto avete un ruolo molto importante! Dopotutto la preparazione dei pasti, da sempre, è vista e vissuta, come un modo attraverso il quale esprimere amore nei confronti dei propri cari.

Ecco alcuni suggerimenti.

  1. Abituate i bambini a consumare un’ampia varietà di alimenti, in questo modo eviterete non solo la monotonia, ma anche rischi di eccessi o carenze nutrizionali che, insieme ad una eccessiva sedentarietà,  portano ad un aumento della frequenza di sovrappeso e a sviluppare in età adulta malattie cronico-degenerative quali malattie cardiovascolari, obesità, diabete, ipertensione.
  2. Educate il bambino a tre pasti regolari (colazione, non abbondante ma sostanziosa, pranzo e cena) intervallati da uno spuntino a metà mattina e una merenda il pomeriggio, in questo modo non mangerà fuori orario.
  3. Abituate il piccolo ad assumere quotidianamente una buona quantità di frutta e verdure cotte o crude, ricche di fibre, vitamine e sali minerali.
  4. Svuotate cucina e frigorifero dai cibi tentatori (patatine, merendine, cioccolata, bibite gassate e ricche di zuccheri semplici) e sostituiteli con alimenti salutari (frutta, fette biscottate, cereali, yogurt).
  5. Eliminate i piatti più elaborati e preparate pasti giornalieri equilibrati e genuini, ispirandovi al modello della dieta mediterranea.
  6. Preferite i cibi fatti in casa ai prodotti confezionati; in questo modo siete voi a scegliere i condimenti e gli ingredienti migliori da utilizzare…siate protagonisti della vostra tavola!!
  7. Alternate le fonti proteiche (pesce, carne, uova, legumi) durante la settimana. Ricordate di aumentare il consumo settimanale del pesce.
  8. Sottoponete regolarmente il bambino a visite pediatriche di controllo.
  9. Non premiate il bambino con il cibo, perché c’è il rischio che possa istaurare un rapporto distorto con il cibo;
  10. Non insistete quando il bambino è sazio o non ha molta fame.
  11. Fate in modo che il bambino non mangi troppo in fretta; così facendo, oltre a non assaporare il cibo, non si sazia e continua a chiederne altro.
  12. Proponete i cibi più volte, infatti ripetute esposizioni agli alimenti che inizialmente non risultano graditi annullano la resistenza verso i sapori nuovi e formano il gusto. Ricordate che la titubanza verso nuovi cibi è normale e dovete aspettarvela.
  13. Rendete il pasto un momento di pausa per stare insieme e non per guardare la televisione. L’atmosfera durante il pasto è importante, rendetela piacevole e serena
  14. E infine, non ci stancheremo di ripeterlo, cucinate con i vostri bambini. Coinvolgeteli totalmente, dalla ricerca delle materie prime sino alla presentazione del pasto in tavola. E quando  andate al supermercato a scegliere gli ingredienti, ovviamente siate delle ottime guide e non lasciatevi corrompere!! L’ideale sarebbe iniziare da qualcosa di semplice e magari di colorato, ai bimbi piace tanto.

Cosa altro aggiungere? Deliziatevi con l’arte culinaria e buona degustazione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Ci voleva proprio questo post, soprattutto dopo le vacanze!!! Da lunedì tutti a dieta!

Speak Your Mind

*