I muffins alla zucca per Halloween

By Daniela

E’ tornato l’autunno insieme alle mele e soprattutto alle zucche.  E’ tradizione della nostra scuolina festeggiare Halloween e l’autunno con questa facile ricettina di muffins alla zucca.

Ingredienti (per circa 18 cupcakes):

  • 200 g burro
  • 200 g zucchero
  • 200 g farina
  • 1 c di lievito
  • 4 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 200 g di zucca
  • 1 c di cannella

per la glassa:

  • 300 g di formaggio tipo Philadelphia
  • 150 g di zucchero a velo
  • 1 bustina di zucchero vanigliato
  • decorazioni di Halloween

Preparate la purea di zucca: fate cuocere 200 g di zucca tagliata a pezzetti al forno o al vapore e poi frullatela.

Riscaldate il forno a 180°.

Lavorate il burro con lo zucchero e le uova e poi aggiungete la farina setacciata con il lievito e la cannella. Dovrete ottenere un composto ben amalgamato. Aggiungete la purea di zucca e mescolate ancora. Mettete 18 pirottini di carta in una teglia da muffin. Riempiteli a ¾ con il composto. Cuocete per circa 20 minuti. Fate raffreddare i dolcini su una griglia da pasticceria.

Per preparare la glassa battete il formaggio con lo zucchero a velo e la vaniglia fino ad ottenere una crema morbida.

Spalmate i cupcakes con la crema e le decorateli.

Le feste in cucina

Halloween: una festa americana?

Sebbene tutti la consideriamo una moderna festa americana, in realtà Halloween ha origini antichissime che si perdono nella notte dei tempi.

Quando l’uomo per vivere dipendeva strettamente dall’esito dei raccolti, questo periodo dell’anno (fine ottobre, primi di novembre) segnava un confine importante: il passaggio dal tempo dei raccolti al tempo del riposo della terra, dall’estate all’autunno. Si pensava che tutti i morti tornassero sulla terra e che per questo motivo in quei giorni fosse più facile predire il futuro.

Nella notte di Samhain gli antichi Celti si riunivano intorno al fuoco e facevano profezie sull’esito dei raccolti futuri.

Quando i Romani conquistarono i territori abitati dai celti (Irlanda, Inghilterra e Francia) portarono le loro divinità e feste. Proprio in quel periodo essi festeggiavano Pomona, la dea dei raccolti. Inoltre, anche loro credevano che gli spiriti dei morti tornassero sulla terra il 31 ottobre. Passarono i secoli e la gente si convertì al cristianesimo. Le vecchie usanze restarono e ne nacquero di nuove. Il risultato fu che si creò una nuova festa, sintesi delle tradizioni di celti, romani e cristiani: All Hallows’s Even, cioè la notte di tutti i santi, che poi divenne Halloween. A proposito di Pomona, come i piccoli cuochi che ci seguono da anni si ricorderanno,  il frutto a lei sacro era la mela, ed è per questo che ad Halloween si fa il tradizionale gioco chiamato “apple bobbing”, che consiste nel pescare le mele da una bacinella colma d’acqua usando solo la bocca.

Ma come arrivò la festa di Halloween in America?

Ancora una volta questa è una storia di cibo e di fame.

Verso la fine del 1800, l’Irlanda venne colpita da una terribile carestia causata dalla perdita dei raccolti di patate per vari anni consecutivi. Gli irlandesi poveri (cioè la maggior parte degli abitanti del paese) che si nutrivano quasi esclusivamente di patate, emigrarono in massa negli Stati uniti per sfuggire alla fame e nella nuova patria portarono tutte le loro tradizioni, tra cui la festa di Halloween.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Speak Your Mind

*