Ventagli al pesto di finocchietto

By Carlotta

Ed ecco una ricetta super facile, adatta per i bambini che amano spadellare e aiutare in cucina! Parliamo ancora di erbe aromatiche e questa volta del signor Finocchietto!

Il finocchietto selvatico si può raccogliere fresco solo in primavera, mentre se si desiderano   i suoi frutti (semi di finocchio) il periodo ideale è fine estate/autunno.

Ma perché si chiama selvatico? Pensateci bene…: selvatico significa che cresce spontaneamente, da solo!

Il finocchio selvatico è molto utilizzato non solo in cucina (in particolare le foglie fresche), ma anche per preparare tisane che fanno tanto bene!

Le proprietà del finocchio selvatico sono tante, infatti è una pianta già usata nell’antichità.

Ma perché fa tanto bene? Semplice! Il finocchietto ha proprietà antisettiche, infatti i suoi frutti in infuso sono utilizzati per impacchi su palpebre rosse rosse o per sciacqui e gargarismi per eliminare l’alito cattivo.

Ma attenzione!! Come per tutte le spezie ed erbe, anche per il finocchio vale la regola di non abusarne.

Eccovi la ricetta. Andate a lavarvi le manine, mettete il grembiule e preparatevi gli ingredienti…

Ingredienti (per una decina di piccoli ventaglietti):

  • 2 rotoli di pasta sfoglia (già pronta)
  • 25 g di parmigiano grattugiato
  • 50 g di pesto al finocchietto.

Preparazione: riscaldate il forno a 200˚. Mescolate il pesto al finocchietto e  il parmigiano in una ciotola.

Stendete poi questa preparazione sulla pasta sfoglia con un bel pennello da cucina. E ora il divertimento… formate due rulli di pasta avvolgendoli verso il centro, tanto da formare 2 grandi rotoli uniti. Tagliate con un coltellino (di plastica…mi raccomando…!) i rotoli a 1 cm. ciascuno, e  formate dei ventaglietti.

Disporre i ventagli ottenuti su una placca da cottura ricoperta di carta forno e metteteli  in forno per una ventina di minuti.

Lasciateli raffreddare e disponeteli su un bel piatto di portata.

NB:  i vostri bei ventaglietti potete farli con qualsiasi altro pesto: quello al basilico, alla rucola, ai pomodori secchi. Dipende dal vostro gusto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. mmmmmmmmmm … deve essere buonissima! Anche se il patè di finocchietto è un sapore che trovo molto forte; però non voglio precludermi esperimenti culinari così ed appena posso farò i tuoi ventaglietti. Grazie! :)

  2. si potrebbe fare anche con il pesto normale??

  3. Carlotta says:

    Ma certamente. Una variante senza pesto é per esempio solo con una spennellata di olio e poi condisci con delle erbe secche o con del buon sesamo. Fammi sapere quali varianti avrai sperimentato!!

  4. Carlotta says:

    @ solitamente: é vero, il finocchietto é amaro, ma con l’aggiunta di un po’ di parmigiano, il sapore é gustoso. Se sperimenti qualcosa di diverso, fammelo sapere, merci!!

  5. ne immagino il profumo con questo pesto meraviglioso…complimentissimi!

Trackbacks

  1. […] Ventagli al pesto di finocchietto […]

Speak Your Mind

*