Angioletti di Natale:i biscotti profumati alla lavanda

By Carlotta

Ed eccoci arrivati alla Signora lavanda…una signora davvero profumata!!

La si usa molto nei dolci e io nell’impasto dei biscotti ne ho utilizzato un cucchiaino. Mia figlia ha fatto la scelta della formina e così sono nati gli angioletti di Natale alla lavanda. Adatti per quando farete il vostro presepe, vorrete fare un regalo  con le vostre mani, o avete solo voglia di fare dei semplici biscotti per Natale.

Ingredienti:

–      125 g burro

–      100 g di zucchero

–      1 uovo

–      150 g di farina

–      1 cucchiaio di fiori essiccati di lavanda alimentare

–      1 c di lievito per dolci in polvere

Preparazione: questa ricetta è facile facile, e potete anche non usare il mixer. Per cui dotatevi di ciotola e cucchiaio in legno e amalgamate il burro ammorbidito con lo zucchero, l’uovo sbattuto, la farina, il cucchiaio di fiori essiccati di lavanda e una puntina di lievito in polvere. Fate rapprendere l’impasto nel frigo per una mezz’oretta.

Impastate e spianate la pasta con il matterello formando poi tanti angioletti con la vostra formina. Mettete al forno a 170˚sempre usando i vostri amati guanti, attenti a non scottarvi! Fateli raffreddare su una griglia e gustateli sempre in compagnia e con una bella tazza di latte caldo…che fa sempre bene!!

Curiosità sulla lavanda
Per i Greci e i Romani era l’essenza favorita quando si preparava il bagno, tanto che il nome deriva dal latino “lavare”. Da sempre era nota come insettifugo e oltre a spargerla sui pavimenti per profumarli si cominciò a distillarla.

Pensate che si narra che i guantai di Grasse, in Provenza, che spargevano l’olio di lavanda sui loro pellami, fossero immuni dalla peste. Si racconta anche che fosse un’antitodo contro il veleno delle vipere.

Si dice anche sia un portafortuna, e che era sacra a Mercurio.

Il suo uso più conosciuto è quello di profumare armadi e cassetti, a volte, in passato, essendo portafortuna, i sacchettini pieni di fiorellini viola venivano appesi addirittura al collo!

Un impacco di essenza alla lavanda allontana il mal di testa e i colpi di sole. Essendo insetticida il suo olio sparso sui capelli dissuade  i malintenzionati pidocchi dal saltare di testa in testa!

La si usa anche in cucina, come abbiamo fatto noi. Ottima con le carni e anche con i dolci.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Buongiorno!! Io ho provato ad usare lavanda ed acqua di rose più di una volta ma ci sembrava di mangiare saponette e da allora questi due ingredienti sono stati accantonati definitivamente. In compenso 3 mesi fa in preda alla varicella mi sono fatta fuori una bottiglia di essenza di lavanda sperando che calmasse il prurito 😀

  2. Adoro le formine per i biscotti e in questo periodo dell’anno ne compro in quantità…troppo carina quella scelta da tua figlia…la lavanda non l’ho mai usata in cucina ma mi riempio sempre casa perchè amo il suo profumo…
    Complimenti a tutte e due!!!
    E grazie dei consigli preziosi….un bacio

  3. Carlotta says:

    Cara Renata, ieri abbiamo fatto questi angioletti al corso di cucina…i bimbi mangiavano l’impasto crudo, divertiti all’idea che stavano masticando fiori!! Provalo anche tu, xxx!!

  4. Carlotta says:

    Buondi’ a te, Veru!! Gli antichi metodi funzionano sempre…la lavanda aiuta non solo in cucina. Fatti coraggio e riprovala, nell’impasto dei biscotti ne ho usato solo un cucchiaio. Se ne deve sentire il ricordo, e non il sapore. XXX

  5. massimo says:

    Sempre belle idee al momento giusto!! Biscotti del tutto con aria Natalizia, proverò a farli sicuramente, saranno buoni come tutte le vostre ricette.

  6. Carlotta says:

    Grazie Massimo!!…un complimento detto da uno chef fa sempre piacere. xxx

Trackbacks

  1. […] Angioletti di Natale:i biscotti profumati alla lavanda […]

Speak Your Mind

*