Coriandoloni di Carnevale allo zenzero, arancia e miele

By Daniela

Per Carnevale non poteva mancare una ricetta di dolci fritti; lo zenzero fresco grattugiato sui coriandoli aggiunge una nota fresca e frizzante adattissima per questa festa.

Ingredienti:

  • 250 g farina,
  • 50 semola di grano,
  • 50 g amido di mais il Molino Chiavazza
  • ½ bustina di lievito,
  • 60 g zucchero,
  • 1 pizzico di sale,
  • la buccia grattugiata di un’arancia biologica,
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere,
  • 2 uova,
  • 70 g burro,
  • 4 cucchiai di latte;
  • olio per friggere,
  • miele di fiori d’arancio,
  • la buccia grattugiata di un’arancia,
  • un pezzettino di zenzero fresco grattugiato

Preparazione:

In una grande ciotola mettete la farina, l’amido, la semola, lo zucchero, il sale, il lievito, la scorza d’arancia e lo zenzero. Mescolate bene. Aggiungete il burro freddo a pezzetti e amalgamate velocemente con la punta delle dita; per ultimo aggiungete le uova e il latte. Se l’impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungete ancora un po’ di latte. Formate una palla che metterete in  frigo a riposare per mezz’ora.

Prendete l’impasto e formate 12 rotolini e da ogni rotolino ricavate delle palline non troppo piccole. Fatele friggere in olio caldo fino a quando saranno dorate. Per motivi di sicurezza e di divertimento, noi al corso di cucina utilizziamo la friggitrice; i cuochini amano vedere i dolcini che vanno su e giù con l’”ascensore” della friggitrice!

Scolate i coriandoloni, eliminate l’eccesso di olio con la carta assorbente e sistemateli su un bel piatto da portata.

In un pentolino fate scaldare 3-4 cucchiai di miele.  Versatelo poi sui coriandoloni e decorateli con la scorza di arancia e lo zenzero grattugiato.

Il sig. Zenzero

Nel nostro viaggio alla scoperta delle spezie siamo finalmente arrivati allo zenzero, che con i nostri cuochini avevamo già incontrato insieme ad altre spezie nei biscotti natalizi e nel pan di spezie. Anche il signor Zenzero viene dall’oriente ed è conosciuto fin dall’antichità. Come molte sue amiche spezie è stato tanto amato nel passato e soprattutto nel Medioevo, abbandonato e dimenticato a partire dal Seicento e poi riscoperto ai nostri giorni. Pare che nel Medioevo ne andassero tutti pazzi, anche perché una famosissima monaca di nome Ildegarda aveva dichiarato che lo zenzero poteva addirittura combattere la PESTE NERA!!!

In realtà, peste a parte, lo zenzero possiede molte virtù terapeutiche:  è molto efficace in caso di nausea e ottimo contro i problemi di digestione. Una tisana di zenzero poi è l’ideale quando ci si sente stanchi e affaticati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. quanto mi piace il Carnevale e quanto adoro questi dolcetti fritti …poi con lo zenzero…Ma complimenti!!!!!

  2. Chissà se Ildegarda preparava i coriandoloni di Carnevale…
    Le sarebbero piaciuti sicuramente, sono una prelibatezza!

  3. Secondo me, Ildegarda che era una medievale doc , preparava sicuramente questi dolcetti!!

  4. @ Renata più uso lo zenzero, più mi piace. E anche i cuochini stanno cominciando ad apprezzarlo!

  5. Ottimissima idea quella di mettere lo zenzero!! Il mio papo ne sarà felicissimo perchè lui lo adora! E poi fa anche molto bene, quindi è perfetto per grandi e piccini :) Non sapevamo risalisse al Medioevo, è possibile per le sue proprietà che combattesse la peste :)
    Bau bau e buon Baurnevale

Trackbacks

  1. […] Coriandoloni di Carnevale allo zenzero, arancia e miele […]

Speak Your Mind

*