Cornettini al rosmarino con un po’ di geometria…

By Carlotta

Eccoci arrivati al signor Rosmarino, un tempo chiamato anche Ros marinus perché, molto probabilmente cresceva vicino alle coste marine. Infatti il nome antico significa proprio rugiada marina.

Pensate che nelle tombe degli Egizi sono state trovate tracce di quest’erba, poiché i suoi rami venivano offerti agli dei come  simbolo di immortalità e fedeltà coniugale.

Al tempo dei Romani il rosmarino era il simbolo dell’amore e della morte, il noto Orazio infatti proclamava: ” Se vuoi guadagnarti la stima dei morti, porta loro corone di rosmarino e di mirto”. Ancora oggi è considerata una pianta porta fortuna che caccia le streghe e protegge dai fulmini.

Le sue proprietà astringenti e disinfettanti sono dovute al tannino contenuto nelle foglie. Sembri che faccia effetto anche sulla memoria…quindi in occasione delle interrogazioni a scuola…chiedete alla mamma di cucinare qualcosa di aromatizzato con il Signor Ros-marinus! Per ora noi ci siamo divertiti giocandoci in cucina, tagliuzzandolo e odorandolo! Abbiamo preparato dei cornetti salati, gustosi a tanto facili da fare.

Per avere 16 cornettini, abbiamo fatto  il diametro del cerchio della nostra sfoglia e poi abbiamo fatto i vari raggi…e cosi’ ci siamo rinfrescati anche un po’ di geometria!!

Ecco la ricetta:

Ingredienti (per 16 mini cornettini):

  • un rotolo di pasta sfoglia, a forma di cerchio
  • rosmarino fresco
  • 2 C. di parmigiano grattugiato
  • un uovo.

Preparazione: riscaldate il forno a 220°. Dotatevi di coltellino in plastica e prendete il vostro foglio di pasta sfoglia. Ora giochiamo un po’ con la geometria: cercate il centro del vostro cerchio, facendo una croce che va da una parte all’altra: il punto in cui si intersecano le due linee é il vostro centro .Partendo da li’, fate tanti raggi tagliando la pasta in sedici spicchi come una torta.  Tagliuzzate le foglioline del rosmarino con delle forbici, facendo molta attenzione. Cospargete gli spicchi della vostra pasta sfoglia con il rosmarino e il parmigiano grattugiato. Arrotolate su se stesso ogni spicchio partendo dalla parte più larga (il vostro lato minore)verso il centro, piegando poi il vostro cornettino un po’ per dargli la forma di mezzaluna. Spennellate con l’uovo battuto e decorate ogni cornettino con almeno 2 foglioline di rosmarino. Infornate per 15-20 minuti secondo il grado di doratura desiderato.

Pappatevi i croissants caldi o tiepidi . Avete anche ripassato un po’ di geometria…che bravi !!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Che buoni e profumati cornetti!!!!!
    Un bacione Carlotta !!!!

  2. Carlotta says:

    Lo sai, Renata, li abbiamo preparati con i nostri cuochetti e quando hanno sminuzzato le foglioline si sentiva un profumo di rosmarino meraviglioso. I bimbi sono impazziti…sapessi i genitori…quando hanno avuto i cornetti caldi fatti con le manine dei loro bimbetti!! Tutti erano felici…che soddisfazione!

  3. questi si che sono buoni e facili da fare…
    Un abbraccio Simona

  4. Carlotta says:

    @ Simona: …e anche tanto divertenti. Simona ormai sei una nostra fedele follower: grazie!!

  5. massimo says:

    Ne avete di idee in questa scuola per piccoli cuochetti!!
    Vorrei tornare alla loro tenera età per imparare e assaggiare questi deliziosi cornetti al rosmarino.

  6. Grazie di questa “lezione” di geometria assai gustosa 😉

    Aggiungo volentierissimo

  7. Carlotta says:

    In effetti ci siamo divertite tanto in cucina con geometria e rosmarino. XXX!

Speak Your Mind

*