Arrosticini di pollo al melograno

By Daniela

Ingredienti per 6 persone o 4 molto affamate (12 arrosticini):

  • 6 fette di pollo,
  •  3 cucchiai di salsa di soia,
  •  1 cucchiaio di olio Dante,
  •  1 cucchiaino di miele,
  •  1 cucchiaio scarso di melograno in polvere (anardana);
  • 6 belle porzioni di rucola lavata,
  • 1 melograno;
  • 2 cucchiai di olio Dante ,
  • 1 bel cucchiaio di aceto e sale q.b. per la vinaigrette (il condimento dell’insalata).

Togliete il grasso alle fette di pollo e tagliatele in 2 per il lungo (attenzione questa è un’operazione che devono fare tassativamente mamma o papà). In una grande ciotola preparate la marinata. Mischiate la salsa di soia, l’olio, il miele e l’anardana, poi adagiate i pezzi di pollo e lasciateli marinare per circa 2-3 ore. Nel frattempo lasciate in acqua gli stecchi di legno, così non si bruceranno durante la cottura.

Infilzate il pollo sugli stecchi per il lungo e metteteli ad arrostire su una grigli caldissima: Anche questa è un’operazione off limits per i piccoli cuochini.  Se è rimasta della marinata potete versarla sugli arrosticini mentre cuociono. Teneteli in caldo una volta cotti.

E adesso viene il bello per i piccoli cuochini! Sapete come si fa ad estrarre i semi dal melograno? È divertentissimo!  Fatelo tagliere in due dal solito adulto di passaggio e poi …prendetelo a colpi di cucchiai di legno su un ciotolone! I semi cadranno da soli e la polpa bianca (che non è commestibile) rimarrà nel frutto. Non fatevi troppo prendere dalla foga e picchiatelo leggermente, altrimenti nel piatto cadrà anche la polpa bianca.

Adesso preparate 6 piatti e disponetevi l’insalata. In una ciotolina versate gli ingredienti per la vinaigrette,  mescolate molto bene e poi versate un po’ di condimento in ogni piatto d’insalata. Adagiatevi sopra gli arrosticini di pollo e decorate con qualche bel chicco di melograno.

La signora Anardana, ovvero il melograno secco in polvere

Il melograno ha una storia di tutto rispetto. È un frutto antichissimo e alcuni pensano che fosse  presente nel giardino dell’Eden. Pare che il tempio del mitico re Salomone fosse decorato con questi frutti e che alberi di melograno adornassero i favolosi giardini pensili di Babilonia.

È uno dei frutti che non deve mancare sulla tavola dell’anno nuovo,  perché i suoi numerosi semi simboleggiano la ricchezza. Le donne turche dopo il matrimonio gettano un melograno a terra e poi ne contano i semi: quelli usciti saranno pari al numero dei bimbi che arriveranno in famiglia.

In cucina si adoperano i suoi semi per dare una nota di freschezza e di colore ai piatti di carne, alle insalate e ai dessert. Il melograno in polvere si usa soprattutto per le marinature, perché rende la carne morbidissima e saporita . Molto usato nelle cucine orientali è anche lo sciroppo di melograno, che serve per preparare salse per la carne.

Da molti medici moderni, tra cui Leo Galland, il melograno viene considerato un super-cibo. Infatti è ricchissimo di vitamina C e ha virtù antiinfiammatorie.

Fonti:

The Spice and Herb Bible, Ian Hemphill, published by Robert Rose

The Fat Resistance Diet, Leo Galland, Broadway Books

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Trackbacks

  1. […] Arrosticini di pollo al melograno […]

Speak Your Mind

*