La creatività di Eleonora, mamma creativa

La mer di Eleonora Pasti

By Carlotta

Eleonora Pasti è un’artista italiana che sprigiona la sua creatività con forza che solo una donna può avere!

Donna di grande coraggio, ha scelto di seguire la sua passione per l’arte e per la vita che più le si addice.

La sua perseveranza la sta portando lontano. Tanti sono i suoi successi e di lei, ne sono certa, se ne parlerà sempre di più!

Un esempio per tutte le donne che si perdono perché non hanno il “coraggio” di essere se stesse e per tutte quelle in cerca d’ispirazione.

Ecco chi è Eleonora:

Chi sei e dove vivi?

Vivo a Lussemburgo dal 1997. Chi sono…? Mi verrebbe da citare Alice nel paese delle meraviglie… “ultimamente mi sono trasformata talmente che non so più chi sono!” Se proprio devo rispondere, direi che sono una donna alla ricerca continua di sé stessa.

Come vive una mamma italiana all’estero?

Trovo che Lussemburgo in quanto estero, sia una realtà molto particolare. Non mi sono mai sentita davvero straniera e nemmeno a casa. La ragione di questa sensazione risiede nel fatto di aver vissuto in tutti questi anni una vita “parallela” con amici e mamme di tutte le nazionalità loro pure stranieri in Lussemburgo, una piccola comunità di immigrati privilegiati e in qualche modo autonomi e autosufficienti rispetto alla realtà Lussemburghese autoctona. Solo ora a distanza di 16 anni mi rendo conto del bisogno di entrare un po’ di più in contatto con la realtà locale, con chi è nato qui, con chi parla questa strana lingua!

Quanti bambini hai e di che età?

Ho due figli, Eva di 16 anni e Pietro di 12 e mezzo!

Quali sono gli aspetti della maternità che preferisci?

Parlerei di uno in particolare che poi in fondo li racchiude tutti: quel legame profondo e indelebile che ti unisce sempre e comunque, crollasse anche il mondo.

E quali sono invece le parti più dure dell’essere mamma?

Sono tante, ma posso riassumerle in una: il senso di colpa e d’ inadeguatezza per gli errori commessi e per quelli che continuerò a fare e che purtroppo hanno fatto e faranno soffrire i miei figli.

Cosa ti ha sorpresa di più diventando mamma?

Avendo due figli ho avuto non una,ma due sorprese!

Quando Eva è nata, la sorpresa più grande è stata forse più per mio marito: non esisteva più la vita di coppia! La nuova realtà mi aveva completamente risucchiata in quella che io definisco  “ il ritorno alla la terramadre” una realtà di latte, notti in bianco, cacca e pannolini, stanchezza infinita ….. Con il secondo è stato diverso e con mia grande sorpresa, ancora più sconvolgente, perché il lavoro non era solo raddoppiato, ma sembrava fosse cresciuto in maniera esponenziale!

Di cosa ti occupi? Raccontaci perché-come-dove…

Ora che i miei figli sono grandi e che purtroppo il mio matrimonio è finito come è finito, mi  occupo molto più di me stessa. Faccio l’artista a tempo pieno. Si, ho la gran fortuna di vivere in uno stato che mi permette di dedicarmi a tempo pieno alla mia creatività. Ho un atelier magnifico a Lussemburgo: 160 metri quadri a mia disposizione dove liberare la mia fantasia.

Il tuo lavoro è per te un modo per esprimere la tua energia e la tua creatività? Perché? E come?

Tutto quello che faccio scaturisce da un bisogno molto profondo e vitale di esprimere quello che sento e che spesso non riesco a comprendere fino a che non l’ho tirato fuori ed elaborato, è proprio il caso di dirlo, attraverso un’immagine, dei colori o una forma.

Quali sono le tue fonti d’ispirazione?

La mia vita è la mia fonte principale d’ispirazione, le mie esperienze I miei dolori, la mia storia. Artisti come Niki de Saint Phalle, Frida Kahlo, Chagall, Luzzati e tanti altri sono poi i maestri a cui attingo per trovare suggestioni di colori e forme da cui partire per la mia ricerca di “maniera” per esprimere ciò che voglio con la mia arte.

Quale è secondo te la cosa più importante che una mamma deve fare?

Esserci amando.

E quale invece quella che NON deve fare?

Fuggire.

Libro sul comodino?

Un bellissimo libro di poesie d’amore scritto da un mio amico poeta e filosofo che mi ha regalato a Pasqua.

Canzoniere d’amore, Viole d’inverno di Roberto Dall’Olio

Sogno nel cassetto attuale?

Una PERSONALE in una bella galleria d’arte!

Tacchi o ballerine?

Senza dubbio I miei Dr Martens, ANFIBI!

Qual è lo strumento che più usi in cucina e che ti porteresti dietro ovunque?

Lo sbattitore.

La tua ricetta vincente?

Le meringhe e i tortelli di zucca.

Un sogno che si è realizzato?

Credo di stare ancora dormendo!

Informazioni sull’opera di Eleonora Pasti, in fotografia

« La mer » acrylique sur toile, 280X170 cm

In francese il mare si pronuncia come la madre. Ho voluto giocare su queste parole e il loro bagaglio d’immagini e sensazioni.

Volevo parlare dell’attesa di una madre, una donna che nel suo ventre è come se avesse il mare…la vita.

Volevo parlare dei sogni, delle attese….dei castelli di sabbia che inevitabilmente crea e che inevitabilmente verranno spazzati via dalla marea…della vita.

www.eleonorapasti.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Grazie Carlotta,
    non è stato facile in certi momenti trovare le parole, ma sono contenta del risultato. Mi assomiglia!

  2. …mi consola averla come figlia. Il papà.

  3. Carlotta says:

    @ Fabio:grazie per averci lasciato la sua tenera testimonianza d’affetto!!

  4. Carlotta says:

    @ Eleonora:…anche io sono contenta ! E ad essere sincera, mi sono commossa quando ho letto la I volta le tue risposte, vere e sincere: tue!!

  5. Bravissima! Mi sono emozionata anch’io nel leggere la tua intervista.
    Sei proprio tu! Dolce, sensibile, sincera e spontanea!
    Felicità a te, sempre sempre!
    Un bacio affettuosissimo.

    PS. Tra le ricette vincenti ti sei però dimenticata di aggiungere gli gnocchi di prugne!!!! Superdeliziosi!!

  6. Carlotta says:

    @ Angela:…ma non sapevo…gli gnocchi alle prugne!!..ma che bella ricetta!! E grazie per il tuo commento, fatto con il cuore!!

  7. Mi piacciono questi post ospiti che ci permettono di conoscere nuove persone e nuovi mondi..

    Not Only Sugar

  8. Carlotta says:

    @ Not Only Sugar: grazie, mi fa piacere avere il tuo feedback!!

Speak Your Mind

*