Il Pan de muertos messicano e Frida Kahlo

pan-de-muertos-

By Daniela

In Messico il giorno dei morti è una grande festa per tutta la famiglia in cui si celebra il ciclo della vita in modo gioioso, naturale e per nulla spaventoso. Il primo e il 2 novembre la gente onora i morti della famiglia andando al cimitero, costruendo in casa altari per l’occasione e soprattutto riunendosi in allegria con amici e parenti mangiando cibi tipici della ricorrenza e piatti che erano particolarmente graditi ai defunti della famiglia.

Non si tratta di una versione messicana di Halloween,  perché la festa è antichissima e ha radici  precolombiane che risalgono agli aztechi. E soprattutto è importante sottolineare che si festeggia la vita, non la morte, e le radici della famiglia. Mi ricorda tanto il modo in cui veniva celebrata la festa dei morti in Sicilia tanto tempo fa, quando era considerata, così come in Messico, la festività più importante dell’anno ed erano proprio i morti che avevano il compito di portare i regali ai bambini.

Frida Kahlo, la celebre pittrice messicana, da appassionata cultrice delle tradizioni del suo paese, amava festeggiare in pompa magna questa ricorrenza preparando alcune delle ricette tipiche di questa festività tra cui, oltre alle zucche candite e al mole, proprio i Pan de muertos, che sono delle morbide brioscine profumate alla cannella e all’arancia .

La ricetta l’ho tratta dal bellissimo libro Frida’s Fiestas, scritto proprio dalla figliastra di Frida, Guadalupe Rivera, che aveva con la sua matrigna uno splendido e caldo rapporto.

Attenzione, la ricetta che ho seguito consiglia di preparare l’impasto la sera prima e di lasciarlo una notte in frigorifero.

 

Ingredienti per circa 10 pani:

  • 500 g farina,
  • 200 g zucchero,
  • 125 g burro,1 pacchettino di lievito di birra sciolto in 2 cucchiai di latte tiepido,
  • 4 uova,
  • 60 ml latte,
  • zucchero vanigliato (o meglio la vaniglia estratta da una bacca di vaniglia),
  • cannella e/o scorzette d’arancia per aromatizzare le brioscine;
  • zucchero per decorare.

Mettete la farina in una grande ciotola, fate una fontana e mettete al centro le uova, il lievito, lo zucchero,  gli aromi e il latte. Poi impastate a mano o con la planetaria fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo. Se risultasse troppo liquido aggiungete ancora farina.  Formate una grande palla e mettetela a lievitare in una ciotola, coperta da un panno umido fino a quando non sarà raddoppiata di volume. Poi copritela con carta trasparente e mettetela in frigo per la notte.

Il giorno dopo accendete il forno a 175° e poi ricavate dall’impasto una decina di palle e decoratele (bagnando prima la superficie con un po’ d’acqua) con 6 bastoncini di pasta e una pallina al centro, che ricordano le ossa dei morti, cospargetele di zucchero e fate rilievitare. Infine infornatele in forno già caldo a 175° per circa 30 minuti o finché saranno dorate.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Speak Your Mind

*