Capraia, isola per famiglie

capraia

By Carlotta

Un post un po’ in ritardo…penserete…

Ma che fa?? Mi piace darvi, anche se un po’ fuori stagione…forse per me che vivo a Lussemburgo dove già fa alquanto freddino, delle buone TIPS su Capraia, piccola isola del parco nazionale dell’arcipelago Toscano.

Piccola e verdissima, un gioiello di macchia mediterranea: corbezzolo, elicriso, lentisco, erica e mirto sono praticamente ovunque.

Con solo due frazioni abitate, il porto e il paese, piccolo borgo più antico a ridosso del forte San Giorgio.

Isola dove il tempo è scandito dall’assoluta lentezza, dal vento e dal profumo di erbe e fiori.

Andare in vacanza a Capraia significa staccare con auto, rumori, folla ed entropia urbana. Solo un piccolo bus, poi tutto a piedi. Isola adatta a famiglie con bambini già grandicelli, cioè senza passeggino al seguito.

A Capraia è difficile andare a mare. Nel senso che non ci sono spiagge. Sono una molto piccola e affollata di rami secchi , quella di cala della Mortola. Vi chiederete, ma perché’ allora è un posto dove portare i bambini?

Ritengo che anche i bambini hanno bisogno di:

–          Isola pedonale, sentirsi liberi in un luogo con NO auto, No clacson.

–          Mare cristallino alla Robinson Crusoe, solo uno stabilimento “ La Grotta” con i lettini.

–          Rimanere a chiacchierare con pescatori e persone del porto. Sentirsi liberi di scoprire come i pescatori ricuciono le reti.

–          Scoprire  le calette. A Capraia si va a mare  con i taxi boat: Agenzia parco vi porterà nelle cale più belle come cala Rossa, punta della Teglia, cala della Mortola, e tante altre. I taxi boat vi lasciano e vi verranno a riprendere. Sbarcherete su piccole rocce o spazi di costa…una vera avventura tra gamberetti, ricci e il vero odore di mare.

–          Scoprire l’isola e le sue grotte con  le tante  escursioni in barca per pescare, Fabio Guidi vi porterà su rais Dragut II

–          Fare trekking nei tanti sentieri alla scoperta di erbe , mufloni e capre sull’isola. Si dice che ci siano anche serpenti. Noi non li abbiamo visti…

–          Scoprire le erbe dell’isola anche con i consigli di Susanna. Arura è la sua azienda agricola e al porto troverete il suo minuscolo laboratorio e punto vendita. Quasi inebriante…tante le erbe, tutte isolane e i prodotti da lei creati. Non potete non andarci!!

Bene. Ora qualche consiglio su dove andare a mangiare:

Io e miei figli con tutta la banda di amici abbiamo  amato:

Nonno Beppe, al porto. Non un ristorane, né una trattoria. Ma una parentesi da gustare prima di lasciare l’isola: fritto di pesce, crudo di pesce. Kids menu a 5 euro. Senza parole…. (??)

La Garitta. Ristorante con terrazza panoramica, sul porto, con vista sulla luna e sui mille pini dormienti alla sua ombra. Prezzi medio alti, qualità ottima.

Al Carabottino. Rosario, il pescatore, offre e cucina il pescato del giorno. Ogni tavolo ha delle portate diverse. Non sceglierete le pietanze…sarete serviti a sorpresa!…ricordo ancora quando a noi ci arrivata una cerniotta enorme…tutta finita…Chiamate per prenotare: 0586/905037

Prezzo fisso a 38 euro, antipasti di pesce, due primi di pesce, secondi di pesce. Dolci e caffettiera a tavola con variopinte tazzine.

Capraia va scoperta, tutta. Va vissuta per cosa offre e va amata. Noi la custodiamo ancora nel cuore!

Solo un consiglio: Se volete stare comodamente al sole sulla sabbia e se non amate il pesce…cambiate isola.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Trackbacks

  1. […] Capraia, isola per famiglie […]

Speak Your Mind

*